Category Archives: by Acas

credo che questo sia l’aereo piú idiota che abbia mai visto

secondo me è andata cosí:
“entro domani deve disegnarmi un aereo migliore del Mustang, l’ultimo aereo che ha disegnato!”
“ma capo.. entro dom..”
“E’ UN ORDINE”
L’ing. disperato ci prova, ci prova, si dispera, poi si da all’alcool..beve, beve, finche non ci vede doppio.

dopo una notte passata a disegnare ..

ing: hik. “soldato ecco qui *hik* il progetto.. ” hik
“ma signore.. e’ sicuro di sentirsi ben..”
“HA SENTITO IL COMANDANTE?? E’ UN ORDINE!”
“Signorsisignore!”
“buargh!”

risultato:

(null)

f-82 twin mustang

(datemi voi una spiegazione migliore? :P )

Share

I 5 linguaggi di programmazione più assurdi

Se vi scrivessi questa cosa:

MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO Moo MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO Moo MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO Moo Moo MoO MoO MoO Moo OOO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO Moo MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO Moo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo Moo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo Moo MoO MoO MoO Moo MOo MOo MOo MOo MOo MOo Moo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo MOo Moo OOO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO MoO Moo

.. cosa pensereste?

Ringrazio il pensiero, non dovevate disturbarvi a regalarmi questa bellissima camicia bianca con le maniche luuuunghe lunghe. In realtà….

5 – COW
Ebbene, vi ho appena salutato nel linguaggio COW (si, c’e scritto “hello world”), un linguaggio di programmazione perfettamente funzionante creato da Sean Heber nel 2003 per venire incontro alle esigenze.. dei bovini.

Infatti e’ notorio che i bovini hanno un vocabolario molto limitato, quindi coerentemente con questo, Sean ha dichiarato:

” Given that cows have somewhat limited vocabulary skills, it seemed natural to incorporate only the words they know into the language. As a result, all instructions are some variation on “moo” which just so happens to be the only word they really understand.”

In sostanza poichè i bovini hanno capacità verbali in qualche modo limitate è sembrato naturale inserire solo le parole di loro conoscenza nella progettazione di questo linguaggio.

Ovvero.. si programma unicamente con variazioni della parola che le nostre care amiche mucche possono capire.

Moo.

Continua quindi il dramma del passaggio della malattia dalle mucche pazze all’uomo.

4- CHEF
   Ingredients.
   72 g haricot beans
   101 eggs
   108 g lard
   111 cups oil
   32 zucchinis
   119 ml water
   114 g red salmon
   100 g dijon mustard
   33 potatoes
  
   Method.
   Put potatoes into the mixing bowl.
   Put dijon mustard into the mixing bowl.
   Put lard into the mixing bowl.
   Put red salmon into the mixing bowl.
   Put oil into the mixing bowl.
   Put water into the mixing bowl.
   Put zucchinis into the mixing bowl.
   Put oil into the mixing bowl.
   Put lard into the mixing bowl.
   Put lard into the mixing bowl.
   Put eggs into the mixing bowl.
   Put haricot beans into the mixing bowl.
   Liquefy contents of the mixing bowl.
   Pour contents of the mixing bowl into the baking dish.
  
   Serves 1.

 Ricordo che il mio prof di informatica riempiva sempre le sue lezioni con analogie tra preparare una ricetta e programmare. (Per la verità dopo qualche anno smise di insegnare in seguito ad una grave intossicazione alimentare). La teoria e’ molto semplice. Hai le tue variabili-ingredienti, hai una ricetta-algoritmo, esegui e.. bruci tutto perche in quel momento suona il telefono.

Ebbene, qualcuno ha preso alla lettera il mio professore e ha deciso di creare un linguaggio come se fosse una ricetta culinaria.

E’ un ottima idea vero? Geniale, vero?

No. La roba la sopra scrive a video “hello world!”.

 3-  LOLCODE

HAI
VISIBLE "O HAI! IM IN UR BEERZ!"
I HAS A VAR
LOL VAR R 99
IM IN YR LOOP
VISIBLE VAR!
VISIBLE " BOTTLZ OF BEER N TEH WALL, "!
VISIBLE VAR!
VISIBLE " BOTTLZ OF BEER!"
VISIBLE "TAKE 1 DWN, PAS IT AROUN, "!
NERFZ VAR!!
IZ VAR LIEK 0?
YARLY
VISIBLE "NO MOAR"!
NOWAI
VISIBLE VAR!
KTHX
VISIBLE " BOTTLZ OF BEER N TEH WALL!"
IZ VAR LIEK 0?
GTFO
KTHX
KTHX
VISIBLE "GIEV MOAR PLZ! KTHXBAI!"
KTHXBYE

La maggior parte delle persone conosce il sito dei Lolcat. Ovvero un sito di foto di gatti commentate in linguaggio “gattesco” che negli anni scorsi e’ diventato un vero e proprio viral site tra gli internauti cazzeggiatori. Se non lo conoscete, vi basta masticare un minimo di inglese per farvi due sane risate. Nel tempo e’ diventata una moda tanto diffusa tra donne americane di guardare questo tipo di siti tanto da meritarsi un video parodia dei Key of awesome (evvai di metallicats). Ebbene…. qualcuno ha pensato bene di inventare anche il linguaggio di programmazione adatto, il LOLCODE.

Incredibile a dirsi ma lo trovo migliore di tanti linguaggi reali. Il codice soprastante stampa la filastrocca delle novantanove bottiglie di birra!

2 –  BRAINFUCK

++++++++++[>+++++++>++++++++++>+++>+<<<<-] >++.>+.+++++++..+++.>++.<<+++++++++++++++. >.+++.------.--------.>+.>.

Questo linguaggio di programmazione è stato creato nel lontano 1993 per rincoglionire la gent trovare il linguaggio di programmazione più piccolo possibile. Questo linguaggio ha un set di otto istruzioni e sta in 240 byte e può essere utilizzato per implementare tutti gli algoritmo eseguibili con una macchina di Turing e inoltre ha la vernice metalizzata di serie.

Il prezzo da pagare è solo la propria sanità mentale.  Infatti se dimenticate un +, viene formattato automaticamente il computer che state usando e da qualche parte nel mondo viene ucciso un tenero gattino.

D'altra parte se cercate il nome dell'autore, questa è la foto che verrà fuori.

Incredibile, complimenti se siete arrivati fino a qui.

Siamo infine arrivati al vincitore del linguaggio di programmazione più assurdo..

Come premio, leggerò con voi senza commentare il programma che stampa hello world! in ...

The Infamous Hello, world! Program.
Romeo, a young man with a remarkable patience.
Juliet, a likewise young woman of remarkable grace.
Ophelia, a remarkable woman much in dispute with Hamlet.
Hamlet, the flatterer of Andersen Insulting A/S.
Act I: Hamlet's insults and flattery.
Scene I: The insulting of Romeo.

[Enter Hamlet and Romeo]

Hamlet:
You lying stupid fatherless big smelly half-witted coward!
You are as stupid as the difference between a handsome rich brave
hero and thyself! Speak your mind!

You are as brave as the sum of your fat little stuffed misused dusty
old rotten codpiece and a beautiful fair warm peaceful sunny summer's
day. You are as healthy as the difference between the sum of the
sweetest reddest rose and my father and yourself! Speak your mind!

You are as cowardly as the sum of yourself and the difference
between a big mighty proud kingdom and a horse. Speak your mind.

Speak your mind!

[Exit Romeo]

Scene II: The praising of Juliet.

[Enter Juliet]

Hamlet:
Thou art as sweet as the sum of the sum of Romeo and his horse and his
black cat! Speak thy mind!

[Exit Juliet]

Scene III: The praising of Ophelia.

[Enter Ophelia]

Hamlet:
Thou art as lovely as the product of a large rural town and my amazing
bottomless embroidered purse. Speak thy mind!

Thou art as loving as the product of the bluest clearest sweetest sky
and the sum of a squirrel and a white horse. Thou art as beautiful as
the difference between Juliet and thyself. Speak thy mind!

[Exeunt Ophelia and Hamlet]

Act II: Behind Hamlet's back.

Scene I: Romeo and Juliet's conversation.

[Enter Romeo and Juliet]

Romeo:
Speak your mind. You are as worried as the sum of yourself and the
difference between my small smooth hamster and my nose. Speak your
mind!

Juliet:
Speak YOUR mind! You are as bad as Hamlet! You are as small as the
difference between the square of the difference between my little pony
and your big hairy hound and the cube of your sorry little
codpiece. Speak your mind!

[Exit Romeo]

Scene II: Juliet and Ophelia's conversation.

[Enter Ophelia]

Juliet:
Thou art as good as the quotient between Romeo and the sum of a small
furry animal and a leech. Speak your mind!

Ophelia:
Thou art as disgusting as the quotient between Romeo and twice the
difference between a mistletoe and an oozing infected blister! Speak
your mind!

[Exeunt]

Risultato dell'esecuzione del programma:

Hello World!

(Altri linguaggi assurdi li trovate su Esolangs, una lista degli hello world in tutti i linguaggi la trovate invece qui)

Share

La musica secondo microsoft

Amici, Italiani, compatrioti, prestatemi orecchio: il mio e’ esploso dopo aver ascoltato tre minuti di Songsmith.

Forse non tutti conoscono questa bella applicazione MICROSOFT che è stata recensita con parole di elogio tipo “La morte della musica”, “Bluargh!” e “Il mattino ha l’oro in bocca il mattino ha l’oro in bocca il mattino ha l’oro in bocca il mattino ha l’oro in bocca.. DAAAANNYYY… “.

Praticamente funziona così: Tu utente canti nel tuo bel microfono, e il computer in modo automatico, ti accompagna con una bella melodia.

Il tutto e’ presentato da questo video, che fa ribrezzo. Da notare che e’ stato girato dagli stessi autori del software della microsoft. Da notare anche che il computer e’ un mac book pro, sul quale hanno appiccicato degli adesivi.

Epic fail.

Il risultato di questa accozzaglia di codice e’ strepitoso.

Ecco delle canzoni famose in cui la traccia del cantato è stata data in pasto a Songsmith.
Disclaimer: Non ascoltate troppo perche può provocare serie conseguenze.

Canzone originale: Intergalactic. 
Risultato: Yael Naïm incontra i Beastie Boys

Canzone originale: We will rock you
Risultato: Gli Eagles suonati da un bambino sulla pianola fanno rotolare nella tomba Mercury

Originale: Should i stay or should i go
Risultato: You should go.

Originale: In Bloom
Risultato: Benny Hill vs Kurt Cobain

Originale: Ace of Spades
Risultato: Prato Fiorito.

Originale: White Wedding
Risultato: Dixie Bluegrass Wedding :D

Originale: Eye of the tiger
Risultato: ..(si mette a ballare)

Originale: Crazy Train
Risultato: (completamente impazzito) ..ommioddio e’ meravigliosa, ritiro tutto. Microsoft. Microsoft. Microsoft.

Potete trovare altre magnifiche canzoni cercando Classic Hits by Microsoft Songsmith in youtube :D

Share

che schifo, in india si mangiano gli insetti.

L’altro giorno un mio collega se ne e’ uscito con una frase che denota l’intelligenza media italiana: “che schifo, in india si mangiano gli insetti”.

La mia risposta e’ stata lapidaria: E120.

E120 e’ un bel colorante rosso (carminio), che si trova nelle bibite (buono il campari, vero?), nelle caramelle, nelle cicche (c’e anche nelle daygum che sto mangiando ora, ma fidatevi che e’ ovunque, al massimo lo chiamano in modo diverso), e tipicamente in qualsiasi alimento sia vagamente rosso.

E120 e’ un bel nome asettico, da laboratorio, vero? Vi immaginate un tizio con una tuta bianca tipo astronauta che mescola due provette e ottiene il colorante artificiale (artificiale! cattivone).

La notizia buona e’ che non e’ del tutto artificiale.

La notizia cattiva e’ che viene ottenuto in ordine: maciullando, schiacciando, bollendo, essiccando, polverizzando le femmine gravide di miliardi di alcuni piccoli inermi insettini, le cocciniglie.

Ecco le fonti.

E’ un ecatombe immane, ma almeno il vostro cocktail e’ rosso.

Share

COSA AVETE MANGIATO OGGI? SCOMMETTO CHE NON LO SAPETE

Ma che belli questi frutti! Ma come sono lucenti queste mele. Ma come sono belle lucide queste caramelle. Signora mai, sapesse.

Gommalacca.

Shellac.

Bel nome vero? Oddio forse qualcosa di un po chimico?
Ni.

E’ molto naturale, sono le .. ehm.. secrezioni di un insetto (Kerria Lacca) desposte tipicamente sulle cortecce degli alberi.


(Figura 2: Ma che bonta ma che bonta’, ma che cos’e questa robina qua? Cacao della Bolivia? noo-o ?)

Nausea ? Dai, prendete una pillola contro la nausea, l’articolo di oggi e’ finito.

Presa? Tutto passato?

Ok. :)

..

A proposito..  Come mai la pillola antinausea era cosi’ bella lucida?

.. OPS    :D

Share

Al ladro!!! Al ladro!!! (La Svizzera.)

Come alcuni di voi gia sanno, “addi’ sabato 5 Giugno 2010” mentre russavo beatamente “venivamo richiamati all’attenzione da una ragazza la quale a mia moglie le chiamava con gesti indicandogli che un ragazzo giovine ci aveva preso lo zaino” (contenente chiavi, documenti, soldi, ricordi ) e “nonostante il repentino alzamento” la presimo in quel posto. Ma non voglio parlarvi di questo, no, non voglio che l’astio traspaia anche qui.

No. Parliamo.. chesso.. della svizzera.

La svizzera. Li si che non ti rubano lo zaino al mare.


(Figura 1: Svizzera. NON C’E IL MARE.)

Ora.. so che parlare della svizzera è un po come sparare sulla croce rossa, ma per questo post faremo un’eccezione.  


Oh toh… una croce bianca.

Non voglio tirare fuori i soliti discorsi dell'[italiano pizza pizza mandolino, mamma, mamma sai che e’ arrivato il merendero], ma quando uno pensa al popolo elvetico pensa mediamente a dei bei paciarotti banchieri pacifici sempre puntuali con l’accento bergamasco, che tranquilli stanno lassu sul monte di heidi a fabbricare cucù mangiando cioccolato e formaggio, con le loro caprette che fanno ciao .. e con il loro FUCILE OBBLIGATORIO PER *OGNI* CASA.


(Figura 2: Heidi)

Ebbene si. in OGNI casa di OGNI cittadino Svizzero abile al servizio, c’è un fucile mitragliatore automatico cal5.56, circa 40 munizioni da tasca, un equipaggiamento completo per 40kg (mimetica, zaino, anfibi, elmetto ecc). Questo anche perchè a 20 anni c’e la leva obbligatoria e OGNI DUE ANNI dai 20 ai 35 anni, per TRE SETTIMANE SI E’ OBBLIGATI AD UN RICHIAMO MILITARE (del tipo marce, tiri, appelli alle 5:30, istruzioni di combattimento, esercizi notturni ecc…). Uguale come in italia, no?


(Figura 3: Il nonno di Heidi)

Certo ora lo stereotipo svizzero direi che ha preso una bella mazzata, come spero che prima o poi tante ne prenderà il tizio che mi ha rubat.. basta. Dicevo, ora l’idea del nostro amico sfizzero con la sua bella forma di emmenthal e la sua stalla che in realta a ben vedere e’ blindata.. ma che ? e’ una stalla? dicevo.. l’idea della mucca.. no cioe’.. sentite ma non e’ una stalla questa.. ma e’ blindata? ma .. ma è.. un.. … UN RIFUGIO ANTIATOMICO? Ma che c..?


(Figura 4: La sede della Milka)

Da swissinfo.ch:
«OGNI abitante deve disporre di un posto protetto (RIFUGIO ANTIATOMICO) raggiungibile in tempo utile dalla sua abitazione» e «i proprietari d’immobili sono tenuti a realizzare ed equipaggiare rifugi (ANTIATOMICI) in tutti i nuovi edifici abitativi», recitano infatti gli articoli 45 e 46 della Legge federale sulla protezione della popolazione e sulla protezione civile.

Ragion per cui, nella maggior parte degli edifici costruiti a partire dagli anni ’60 (la prima norma in tal senso data del 4 ottobre 1963) esiste UN RIFUGIO (ANTIATOMICO).

Nel 2006, in Svizzera vi erano 300’000 rifugi in case, istituti ed ospedali, nonché 5’100 rifugi pubblici per un totale complessivo di 8,6 milioni di posti protetti, pari a un grado di copertura del 114%.

In altre parole, nei rifugi svizzeri troverebbe spazio non solo tutta una nazione, ma anche l’intera città di Milano.

[…]

Ah.. Ma intendono quello con rifugi sulle montagne?

..


(Figura 5: Svizzera. Un rifugio. Luccica a causa delle radiazioni)

Ora. Comincio. Vagamente. Ad intuire. Perche. Le guardie. Del papa. Siano. Svizzere!!

..e non di Bulgaro Grasso.

..

Quindi volevo chiedere: carissimi svizzeri, non e’ che se vi ospito tutti in liguria venite con me e le vostre famiglie una volta al mare, vi regalo uno zaino come il mio, ci addormentiamo tutti beatamente al sole e appena arriva il mio simpatico ladro, su sta storia ci mettiamo una croce (bianca) sopra? ^__^

Share

Chaotic!

Qualcuno di voi forse conoscerà il più grande autore marvel vivente (cit.). E’ Italiano. Si chiama Leo Ortolani.
Altri conosceranno il fumetto italiano contemporaneo più divertente. Si chiama Rat-Man. E’ di Leo Ortolani.

Altri invece conosceranno il piu’ grande pirla (in senso buono) italiano vivente.

Si chiama Acas.

Quattro anni fa. Cena del fan club di Rat-Man.

Un personaggio A cas-o imbuca quattro persone alla cena con Leo.

Siccome le prenotazioni erano gia state fatte c’era solo un modo per imbucarle.

E’ ovvio, no?

Presentarli tutti come Acas.

Cosi, a cadenze di dieci minuti circa, qualcuno arrivava, stringeva la mano a tutti e dichiarava di essere Acas.

Si. Mi vergogno ma è successo davvero.

E ho le prove. Ecco il commento di Leo alla vicenda.

Vediamo.. cosa si puo’ far firmare a Leo?

Primi numeri di Rat-Man? Fatto.

Album di Fritz the cat? Fatto.

Acas scrive:
oppure andare li con un foglio
e dirgli dai leo fammi il disegno del mio fumetto preferito
e poi dargli Miele di manara


(fatto fare a Dave).
Beh rimane solo..

Cazz, me l’ha fatta lui, stavolta :P

Ma bado alle ciance.

Questo post si chiama CHAOTIC.

Cosa e’ Chaotic ? Domanda sbagliata. CHI E’ CHAOTIC?

Chaotic e’ un altro Andrea. L’ho conosciuto su LiveJournal. Ed e’ stato l’unico Acas a quella cena (quella di Rat-Man) che non conoscevo dal vivo, che non conosceva nessuno e che ha fatto duecento chilometri per andare a presentarsi come Acas.

Chaotic e’ un grandissimo.

Un grandissimo non so cosa, ma e’ un grandissimo.

E da oggi….. scriverà per SARCASTICO.

Per avere idea di che menti malate siamo noi due messi assieme, ecco uno scambio di post su livejournal:

[…]
acas : Sembra che La Torcia Umana dei fantastici quattro, avesse proprio problemi di eruzioni cutanee di questo tipo.
chaotic_ground: beato lui che aveva amici comprensivi…
acas : Beh, aveva successo con le ragazze, essendo un amante focoso. Però spesso in società toccava argomenti scottanti e credo si sia bruciato la carriera proprio per questo, nonostante fosse un vulcano di idee. E’ comunque una persona che lascia il segno. Specie se hai il parquet.
chaotic_ground Su Focus ho sentito che ha smesso di fumare quando si è trovato un infiammazione nella gengiva, si è fatto curare da una sua vecchia fiamma che fa la dentista, le sue ultime parole prima dell’operazione furono “O Lava o la Spacca!”
acas : Si mi ricordo, ai tempi ascoltava gli in flames e aveva una Uno Fire, ora invece si e’ montato la testa è passato alla ford focus, crede di essere un illuminato e preso da sacro fuoco passa tutto il tempo (canticchiando light my fire o firestarter) su internet, navigando con mozilla firefox sul sito delle fiamme oro o scatenando dei gran flames nei newsgroup, e si accende proprio nelle discussioni tanto che non riesce piu a smettere e a spegnere finalmente il pc. Questo spesso gli provoca dei terribili bruciori di stomaco.
chaotic_ground che discussione accesa, mi sa che stai bruciando le tappe troppo in fretta, dovresti calmare la tua mente, troppe battute di questo tipo e il cervello va in autocombustione! Ma credo che con te una volta dato fuoco alla miccia è come stuzzicare Groucho! Non ti fermi più!
acas : scusami, la smetto di buttare benzina sul fuoco.
chaotic_ground hai focalizzato la mia richiesta! questo discorso stava diventando un inferno!
acas : Non per passare dalla padella alla brace, ma mi trovo sui carboni ardenti per un inesattezza: sembra che la sua auto attuale in realtà sia l’Auto Combustione
chaotic_ground: Maledetta la piccola fiammiferaia che me l’ha venduta, spero che bruci all’inferno! Sono infuriato e dire che un tempo avevamo un amore ardente e ora si è dissolto come un fuoco fatuo al mattino…
acas : Dai, non avvampare, è solo un fuoco di paglia e il gioco non vale la candela, vai fuori al tepore del sole e riscaldati e ricorda l’antico proverbio: “Scalda più amore che mille fuochi.”
chaotic_ground : Un proverbio scottante! Accende in me il vecchio fuoco per i proverbi che avevoscaldato al caldo del mio focolare domestico, scrissi infatti un libro di proverbi ma feci infuocare i pareri di certi critici che incendiarono il deposito dei libri mandando al rogo ogni mia speranza!
acas : Hai fatto bene. Dovevi battere il ferro finchè era caldo. Capisco il tuo amore per i proverbi e per il focolare, d’altra parte “piglia casa con focolare, e donna che sappia filare” anche se “donna e fuoco toccali poco” perchè “Chi scherza col fuoco finisce col bruciarsi le ali”. Insomma, poveri noi disgraziati, cosi sfigati che ci tempesta pure nel FORNO.
Ma tornando alla Torcia Umana, ho scoperto che sua moglie, la sua metà insomma, si chiama Mezza Torcia. Illuminante vero? E’ una cosa che mi ha shockato. E’ sempre molto presa, ha una PILA di lavoro da fare. LA CIA ha tentato con una impresa elettrizzante di fare terreno bruciato attorno a lei ma ha trovato molta resistenza.
chaotic_ground : Quell’impresa elettrizzante è stata come un fulmine a ciel sereno, è proprio servita a dare una scossa a casa loro, in fondo era popolata da fulminati! Passavano le giornate a guardare Thunder Birds o a giocare con gli elettroshock di Pikachu. L’unica che si salvava lì dentro era proprio Mezza Torcia, la sola capace di Shockare tutti con un solo fulmineo movimento della faccia!
acas : No dai si scaricavano un po suonando Thunderstruck con la chitarra elettrica, almeno fino a quando una Volta il cane Lampo non è scappato come un fulmine per il rumore, sembrava quasi Flash. Da allora sono rimasti molto scossi, non parlano quasi per la tensione e per quanti annunci abbiano messo sui Lampioni per tenersi al corrente, non son riusciti a far luce sulla scomparsa di Lampo.
[…]

Tremate.

Share

Frenologia

Siamo nani sulle spalle dei giganti dice il buon Bernardo di Chartres. Riusciamo a vedere un pochino piu lontano di chi ci ha preceduto, non perchè dotati di chissa quale eccezionale vista, ma solo perchè la statura di chi ci ha preceduto, la storia, l’esperienza e la memoria dei respiri di miliardi di piccoli animaletti umani vissuti prima di noi.. ci rendono in grado di fare un passettino a nostra volta. E L’Umanità avanza con noi.

A parte la frenologia.

Non so se vi rendete conto, la maggior parte delle persone non lo sa,  ma siamo stati ad un passo piccolo così nel corso della storia.. ad essere giudicati solo dalle apparenze fisiche.

La frenologia e’ una pseudoscienza che misura la forma del cranio, in particolare bozze e avvallamenti, estremizzando il presupposto che alcune funzioni intellettive sono localizzate in parti del nostro cervello.
C’e stato seriamente un momento, in cui la frenologia era presa talmente sul serio.. per cui in alcuni ambienti di lavoro divenne uno dei parametri secondo il quale assumere o no una persona. Si parlava di studiare la conformazione del cranio dei prigionieri e dei geni, per capire se una persona aveva la testa conformata in modo tale da essere predisposto a fare crimine o ad avere particolari talenti.

La mancanza o l’eccesso di una delle 27 zone in cui era stato diviso il cervello determinava secondo gli esperti dell’epoca tutte le caratteristiche della personalita’ del paziente.

Insomma se una persona aveva una certa conformazione del cranio era una brava persona o meno. (Il che mette completamente sotto un’altra luce l’epiteto “testa di ca..o” ).

Da notare che la persona che ha fondato parte di questa pseudoscienza, girava con una collezione di crani.
(Mi domando che forma abbia la testa di un uomo per avere una collezione del genere.)

Che roba assurda, vero?

Invece per fortuna siamo in una societa’ che non giudica la gente per le apparenze fisiche.

Share

Presentagatto (CATS & CAT5)

Un paio di settimane fa ero ad un corso per l’utilizzo di un nuovo prodotto VOIP.
Ad un certo punto sto parlando con l’ale.. vedo la sua faccia diventare catatonica e l’espressione trasformarsi in qualcosa tipo:

 

Mi giro ed assumo anche io un viso tipo O_o;;;;;;;;

No dico… ecco l’inizio del corso.
(Ne approfitto per varare la rubrica “trova l’errore”.  )

MEAAAAAAAOOOW.

Corso divertentissimo :D

Ogni due per tre il gatto andava ad appollaiarsi sul notebook del presentatore (sopra le sue mani, spostando le slide a caso), commentava i passaggi commerciali miagolando allegramente, quelli piu noiosi giocando con il cavo di rete e in generale si strusciava contro il suo scaldino il proiettore, tutto allegro del tepore :D

Share

Fare la fine dell’ALF

Chi si ricorda ALF? Dai… quell’ alieno.. sulla rai… grassoccio… si mangiava i gatti… no, non Bigazzi


… ALF!

Sicuramente i più vecch.. anzian..matusalemm.. chi ha la mia età l’avra visto più di una volta in tv.

Era un programma trasmesso attorno al 1988.. per bambini e famiglie ed era divertente.. e personalmente me lo ricordo con grandissimo affetto. . :)

Praticamente.. un alieno (ALF, sta per Alien Life Form) dopo un guasto alla sua astronave, precipita nel garage della famiglia Tanner.  Anche se inizialmente scocciati da una forma di vita che tenta ogni istante di mangiarsi il loro gatto (provate voi dopo non aver mangiato per un mese a precipitare in un posto abitato da animali di panna cotta ai frutti di bosco), i Tanner decidono di ospitarlo finche non ha riparato l’astronave.

Questa decisione viene rafforzata dopo una visita della NASA, per evitare che “il soggetto venga sottoposto a test intensivi per vedere come reagisce al caldo intenso, al freddo, alle scariche elettriche, sostanze tossiche, deprivazione del sonno, dolore e ovviamente dissezione”.

Ovviamente da quel momento decidono di tenerlo nascosto e di proteggerlo in tutti i modi.

Alf di suo, e’ convinto di essere l’ultimo superstite della sua razza, dopo che una esplosione atomica, causata dall’accensione casuale in contemporanea di tutti gli asciugacapelli ha distrutto il suo pianeta.

Spezzone della prima puntata di ALF

Alf ben presto si adatta alla comoda vita terrestre, passando le giornate guardando la tv, interagendo con il resto della famiglia e in generale mangiando come Jabba the Hutt

Questo anche perchè … secondo Alf, il suo corpo è composto da un totale di dieci organi, di cui otto sono stomaci. :D

Ma torniamo a noi.. Come è finito ALF come telefilm?

Essendo la fine di un programma divertente per famiglie, oltretutto americano*, ovviamente i produttori avranno optato per una roba tipo “Alf torna sul suo paese natale / si ricongiunge alla famiglia aliena / tutti vivranno per sempre felici e contenti”, direte voi.. giusto?

Ebbene.. spoiler!

Se non volete leggere il finale, non andate sotto queste foto :)

Ebbene, miei cari frugoletti, alla fine della storia, dopo lunghi anni di puntate del telefilm e quando ormai e’ membro della famiglia, ALF riesce finalmente ad avere un contatto con degli amici alieni (Skip e Rhonda) e decide di tornare a casa!

Contenti? Delusi?

(ehi? Dove state scappando, non e’ finita qua… ehi?)

Alf è tormentato dalla scelta di stare con la nuova famiglia o di andarsene, alla fine dopo una commovente puntata decide davvero di andarsene via con gli altri alieni e tutti fanno un party di addio. Dopodichè ALF viene accompagnato dai tanner al luogo previsto per la partenza e ..

E qui compare la task force americana contro gli alieni, i suoi amici alieni si spaventano e scappano invece di atterrare, alf viene catturato dai militari e la serie finisce cosi’, con Alf destinato ad essere torturato sezionato e ammazzato. No. Non sto scherzando. Ecco il video dell’ultima puntata di ALF.

Perchè?

Il finale della quinta serie doveva essere un cliffhanger, termine tecnico per definire i momenti emozionali di suspance che ti lasciano ansioso di vedere “la prossima puntata”. Avete presente i finali di ogni puntata di Lost? Ecco.

Peccato che i lor signori dello share della emittente ABC hanno deciso prima dell’inizio della sesta stagione, di chiudere la serie per il calo degli ascolti.

Ricordate “il soggetto venga sottoposto a test intensivi per vedere come reagisce al caldo intenso, al freddo, alle scariche elettriche, sostanze tossiche, deprivazione del sonno, dolore e ovviamente dissezione”?

Ecco come finisce ALF!

Allegria, Bambini!

(*fosse stato giapponese, minimo minimo un robottone invadeva la terra e ALF moriva per salvarla)

PS: Dai che non e’ morto davvero.  In realtà un film tv venne poi girato dopo sei (SEI!!!!) anni da quelli dell’ABC per far vedere alla storia e ai critici che non era stato davvero dissezionato ma era mantenuto come a casa nel laboratorio della nasa.. da cui cmq riesce a fuggire. Comunque e’ come se si fosse dimenticato totalmente dei tanner (non torna da loro) e nemmeno riesce a contattare qualche amico alieno, quindi.. tristezza comunque, ma almeno e’ vivo. :D

Share