Twitter: il cambiamento

Chi mi conosce sa che ho sempre cordialmente odiato twitter. Lo ritenevo una roba completamente inutile. Beh non avevo capito un piffero. Oggi ho provato a considerarlo non piu’ come facebook o come livejournal un microblog. Ho provato a considerarlo una chat. Una chat mondiale. Cosi innanzitutto ho cercato di “crearmi” un canale. Magari c’e gia un modo per farlo, essendo completamente ignorante in materia. Io ho cercato un applicazione per fare mass follow e “seguire” qualche centinaio di persone per volta e i loro aggiornamenti di status (visto come messaggi di una chat appunto). Alla fine dopo vari siti fuffa ho trovato questo sito (che spero non sia fuffa, cmq ho cambiato la pass dopo averlo usato, perche fidarsi e’ bene, ma io son paranoico). E ho cercato le parole chiavi divertente, umorismo ecc..

E ho aggiunto. E aggiunto. E aggiunto.

Sono arrivato a 300 persone. Ho incominciato a rispondere ai loro tweet. E sorpresa… mi rispondevano.

Ed ecco creata una immensa pseudochat.

Figo, no? Mi ha fatto rivalutare twitter. O_o;

Share

3 thoughts on “Twitter: il cambiamento

  1. ilmirk

    Vedo twitter proprio come lo vedi tu ormai… Mi trovo benissimo!
    se posso ti consiglio anche di iscriverti qui http://twitcat.it/. E’ una directory tutta italiana, dove puoi trovare un pò di tutto!

  2. maruscya

    Bhe… acaz… Io non ho ancora capito come si usa Twitter, anche se ho un’account da tempo non l’ho mai usato. Questo tuo post mi fa un po’ riflettere sulla cosa…
    Appena torno al lavoro gli do’ un’occhiata !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *